Translate

I primi piatti di Sono Italiano, perché mangio...

domenica 18 febbraio 2018

Presentazione del libro





Carissimi, 
siete tutti invitati alla presentazione del mio libro: 

Le strade del Ben... essere tra gastronomia e Buongusto 

la cerimonia  si terrà presso la Sala degli Specchi del comune di Taranto alle ore 18:30. 
Il libro racchiude informazioni utili per mantenersi in salute. Il ricavato sarà donato per realizzare services lionistici, ho ottenuto il patrocinio morale del Distretto 108 Ab e del mio club Lions: il L.C. Taranto Host, e del comune di Tranto.
Chi non potrà essere presente e lo volesse acquistare, mi può mandare un messaggio.Grazie!

sabato 3 febbraio 2018

Le strade del Ben... essere tra gastronomia e buongusto

  Finalmente il mio masterpiece si è concretizzato in un libro ed è una realtà. 
Come è nata quest'idea? 

 Su suggerimento dell'amico Giuseppe Mazzarino, giornalista veterano della Gazzetta del Mezzogiorno, ho realizzato il pensiero di scrivere un libro per scopi benefici. Faccio parte della grande famiglia dei Lions che include oltre 1,4 milioni di soci nel mondo.
 Ogni anno partecipo ad incontri nelle scuole con gli studenti parlando della corretta alimentazione come mezzo per prevenire i tumori. Questa iniziativa lionistica è denominata Progetto Martina. Martina era una ragazza che morendo in giovane età di tumore al seno, ha lasciato un testamento morale nel quale ha chiesto di diffondere il più possibile informazioni per evitare questo grave problema. 
  Il libro vuoi far comprendere al lettore che è necessario prendersi cura del proprio corpo per vivere a lungo e in salute, pertanto si chiariscono in modo semplice e scorrevole tanti argomenti che potrebbero sembrare indirizzati ad un pubblico più esperto, ma che in realtà aiutano a capire il funzionamento della macchina corpo per la quale, invecchiando, non esistono pezzi di ricambio, ma solo la possibilità di tenerla efficiente mediante una sana alimentazione ed un corretto stile di vita.
  Il problema del sovrappeso e dell'obesità va espandendosi nel mondo a macchia d'olio è, e diventerà sempre di più, globale ovvero una pandemia, accompagnata dalla comparsa del diabete, tanto che si è coniato il termine di diabesità (diabete + obesità), e tale pandemia non risparmierà nessuno, né i paesi in via di sviluppo, né la fascia pediatrica ovvero il nostro futuro.
  Ecco il mio libro vuole essere un modesto contributo per cercare di arginare un problema così invasivo. Non lo risolverò, ma con esso avrò  divulgato una corretta informazione e magari sarò riuscita a convincere qualche lettore ad un cambiamento del suo stile di vita. 
  Il ricavato servirà per sostenere qualche iniziativa lionistica che ogni anno, noi Lions portiamo avanti  con tanto impegno.
  Se sei interessato ad acquistarlo, il costo è di 20,00 € oltre le spese di spedizione. Grazie.

venerdì 15 dicembre 2017

Mezze maniche rigate integrali con zucchine e patate rosse


Ingredienti per due persone:

Mezze maniche integrali  120 g
2 patate rosse piccole
2 zucchine piccole
1 cipolla rossa di Tropea
20 g di olio EVO
Brodo vegetale q.b.
2 cucchiaini di parmigiano
Peperoncino, se gradito

 Tagliate a dadini le patate e le zucchine,  a listarelle la cipolla. Mettete le verdure in un tegame con due cucchiai di olio EVO, aggiungete il brodo vegetale e portate a cottura. Passate una metà della verdure al passaverdura .

Cuocete la pasta al dente e conditela con le verdure in parte ridotte in purea e in parte lasciate a tocchetti, aggiungete un cucchiaino di parmigiano in ogni piatto e il peperoncino, se gradito.
  I piatti caldi sono più apprezzati con le temperature basse dell'inverno. Questa ricetta è molto semplice e saporita.
  La pasta utilizzata è integrale per apportare più principi nutritivi ed aumentare il contenuto di fibre della dieta. Mi raccomando il grado di cottura, sempre al dente, utilizzando 1 L di acqua per ogni etto di pasta.
  Le  patate che ho scelto per questo piatto sono quelle dalla buccia rossa che tengono di più la cottura, la loro polpa rimane più soda e compatta rispetto alle altre qualità. Un consiglio per la scelta delle zucchine, preferite quelle di piccole dimensioni: sono più pregiate!
  In una dieta ipocalorica si concedono piccole porzioni di patate a settimana da mangiare sole oppure con meno pasta, rispetto alla dose consigliata dal vostro nutrizionista.
  Non condannatele mai all'esilio se decidete di perdere peso! La moderazione è il principio che vi deve guidare!
  Le patate vanno conservate al buio, per evitare la formazione dei germogli che, se presenti, aumentano il contenuto di solanina, un alcaloide potenzialmente tossico che può provocare disturbi quali vomito, tachicardia, dispnea.
  La cipolla rossa di Tropea è un cocktail di sostanze benefiche che proteggono il nostro cuore. Tagliatele sotto l’acqua, per evitare di piangere! Asciugatele bene, se le volete soffriggere, per evitare che l’olio caldo in cui le ponete possa schizzare e ustionarvi. Io evito di soffriggere, mettendo gli ingredienti tutti assieme e aggiungendo del brodo vegetale per insaporire.
Che dire: Buon appetito!


giovedì 30 novembre 2017

Tutti i benefici dell'attività fisica



                                                                  
                                                           
Praticare una qualsiasi attività fisica fa bene al corpo e alla mente, perché:
  • Riduce il rischio di sviluppare patologie come l'ipertensione, le iperlipidemie, il diabete ed il cancro.
  • Potenzia la muscolatura.
  • Rafforza le ossa.
  • Aumenta la resistenza alla fatica.
  • Riduce lo stress e consente sonni migliori. 
  • Migliora il tono dell’umore e il grado di autostima.
  • Incrementa  la flessibilità e la coordinazione nel compiere i movimenti.
  • Favorisce la fuga in caso di pericolo.
  • Consente di avere un corpo dall'aspetto più giovane che mantiene più facilmente un peso salutare.

   Fonte foto: AngelicaBarbieri/www.pixabay.com.it

martedì 28 novembre 2017

Nutrizione ed alimentazione secondo T. Colin Campbell





 T. Colin Campbell nel suo libro oggetto della foto allegata, scritto a completamento del suo successo precedente The China Study, afferma che  :
  • La  Nutrizione è il passe-partout per la salute umana... 
  • Il segreto della salute  è sotto i nostri occhi da sempre, e risiede in una parola semplice, anche se forse poco esaltante: alimentazione... 
  • Ora sappiamo che in fatto di salute, l'asso nella manica è il cibo che ogni giorno ci portiamo alla bocca... 
  • La dieta è la chiave della salute perfetta e della prevenzione... 
  • Ciò che mangiamo, a livello individuale e collettivo ha ripercussioni che vanno ben oltre il il nostro giro-vita ed i valori della pressione sanguigna È in gioco niente meno che il futuro della specie. La scelta sta a noi! 
Come non essere d’accordo! Spero lo siate anche voi!

domenica 26 novembre 2017

L'ipertensione, questa nemica!

  



  La pressione arteriosa  è la pressione che il  sangue esercita sulle pareti dei vasi; durante il giorno può variare e quando si mantiene costantemente alta, si soffre di ipertensione.
  Questo aumento può essere lento e continuo nel tempo,  nella maggior parte dei casi non è accompagnato da sintomi e può causare danni al cervello, al cuore e ai reni per anni, prima di essere diagnosticato.

Gli effetti dell’ipertensione provocano:
  • a livello cerebrale ictus o demenza, a causa dell’ipossia
  • angina o ischemia o infarto a livello cardiaco
  • insufficienza renale a carico dei reni
  • danni alla retina dell’occhio che degenerano nella cecità.    

 Si misura in millimetri di Mercurio o mmHg ed è contraddistinta da due numeri,   Il primo numero indica la pressione massima o sistolica, ovvero la forza con cui il cuore pompa il sangue nelle arterie; il secondo è riferito a quella  minima o diastolica della fase di riempimento dell’organo che si era svuotato del sangue. I valori che esprimono una situazione di normalità sono:  120/80 mmHg.


  L’ipertensione può essere la conseguenza di errate abitudini come l’abuso di alcol, l’abitudine al fumo e l’uso di cibi troppo salati. Tutti questi fattori voluttuari si possono modificare, riducendo i rischi prima citati, mentre, se c’è predisposizione genetica o la presenza di alcune patologie come per es. il diabete o l’iperlipemia, occorre monitorarla nel tempo. Il rischio delle patologie prima citate aumenta se esiste una condizione di sovrappeso/obesità o se si è uomini con più di 45-50 anni o donne in menopausa.

Fonte foto: 472301/pixabay.com.it

giovedì 23 novembre 2017

Farinata di ceci per la cena


Non sai cosa mangiare questa sera?

  Ecco qui una proposta semplice, veloce e sana: farinata di ceci con contorno di catalogna lessata, condita con olio EVO e limone, accompagnata da una fettina di pane fatto in casa a cui ho aggiunto un mix di semini per la panificazione!

  La farinata di ceci è un piatto della tradizione italiana ligure, per realizzarla si usano pochi ingredienti. La ricetta è  la dose per due porzioni:

100 g di farina di ceci
120 g di acqua o poco più
Sale fino q.b.
Rosmarino q.b.
20 g Olio EVO

Mescolare la farina con l’acqua, 10 g di olio ed il sale. L’impasto deve risultare cremoso e non troppo liquido. Aggiungere il rosmarino, amalgamare e lasciare riposare 3 ore. Ungere una teglia da forno con il rimante olio e versarvi il composto , cuocere in forno caldo a180°C., per 30 minuti o finché non si è rappreso.

A me piace molto con il rosmarino, ma potete usare anche l’origano, è buona anche fredda da portare sul posto di lavoro per un pranzo al volo!